Indietro

ⓘ Vittorio Miele




Vittorio Miele
                                     

ⓘ Vittorio Miele

Visse lesperienza tragica della battaglia di Montecassino in cui vede morire il padre e la sorella ed in seguito, per le ferite riportate, anche la madre. Dopo la fine del conflitto si trasferisce a Urbino dove comincia la sua attività artistica. Nel 1958 è presente alla "Mostra Nazionale Città di Mantova", mentre la prima mostra personale avrà luogo a Frosinone nel 1966, presso la galleria" La Saletta”, luogo di incontro e di dibattito dei pittori ciociari e dell’Alta Terra di Lavoro.

Nel 1967 grazie allopera Meriggio è premiato alla rassegna darte "Avis" di Jesi. Due anni dopo, nel 1969, con lopera Il Dolore riceve il 2º premio allEsposizione Internazionale di Pittura di Piervert Francia e, nello stesso anno, con lopera Case di Ciociaria vince il primo premio alla IV Rassegna Nazionale Arti Figurative a Roma.

Negli anni settanta partecipa ad esposizioni a San Marino una mostra personale al Ridotto del Teatro Titano nel 1971, in Giappone, in Jugoslavia 1973, Padiglione dArte di Sarajevo, Canada, Stati Uniti dAmerica 1976, mostra di oli e tempere alla Mondello Interiors Gallery di Birmingham. Espone anche alla Forsythe Gallery di Ann Arbor, alla Charter Arts di Farmington, alla Coach House Gallery di Detroit ed in altri prestigiosi musei.

Dopo molte altre mostre in Italia viene invitato, sul finire degli anni settanta, nella Colonia Artistica Statale di Počitelj in Jugoslavia, esperienza che ripercorre in una serie di stupendi pastelli. Trentacinque anni dopo la distruzione di Cassino Vittorio Miele commemora quellanniversario con "Testimonianza", un itinerario artistico con le immagini più crude che erano rimaste nella mente del maestro.

Nel 1991 espone al Parlamento Europeo.

Dopo moltissime altre esposizioni tra cui nel 1987 alla "Galleria Il Trittico" di Roma e nel 1994 mostra personale alla "Galleria Gagliardi" di San Gimignano Vittorio Miele muore nella sua Cassino il 18 novembre del 1999.

Nel 2009, la Fondazione Umberto Mastroianni ed il Comune di Frosinone, in occasione del decennale dalla scomparsa, gli dedicano una mostra personale che ottiene uno straordinario successo di pubblico e di critica. Analoga iniziativa viene presa anche dalla "Galleria Gagliardi" a San Gimignano. Nel 2015, nel corso degli eventi legati alla commemorazione della distruzione di Montecassino, Cassino lo ricorda con una mostra allinterno del Museo archeologico "G. Carettoni" dedicata alle opere inedite relative alla Battaglia.

Amico di Umberto Mastroianni, Alfredo Bonazzi, Kolja Mićević e Pietro Annigoni, definito da Duccio Trombadori "il poeta del silenzio", Miele rimane uno degli artisti italiani più profondi e significativi del secolo scorso. Attualmente alcune sue opere sono esposte presso il Museo della Fondazione Umberto Mastroianni di Arpino.

A Frosinone, città dove ha vissuto molti anni della sua vita, gli è stata dedicata una scuola dellinfanzia statale.

Nel gennaio 2020 viene inaugurata presso l Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale la Donazione Vittorio Miele. A venti anni dalla scomparsa del pittore, la sua famiglia dona all’ Università trenta dipinti e grafiche realizzati a metà degli anni ’80 del secolo scorso. La raccolta fa parte della serie" Testimonianza”, documentazione artistica di un’esperienza umana che ha visto Miele testimone diretto e protagonista degli eventi bellici che sconvolsero la città e l’Abbazia nel 1944. In catalogo intervento critico di Marcello Carlino.

                                     

1. Giudizi critici

E caricano gli sguardi delle figure che si cercano disperate, disperando di trovarsi, di un urlo ricacciato in gola, di un grido che non esce: così muto, definitivamente fermato nello smarrito strazio di un volto, è l’urlo dell’espressionismo pittorico di Vittorio Miele sul tema originario della guerra e di una ferita non chiusa. Marcello Carlino

                                     

2. Articoli, recensioni, pubblicazioni monografiche

  • Miele V., La guerra di liberazione in Ciociaria, 1943-1944: testimonianza di Vittorio Miele: mostra itinerante: Ceprano, Sala consiliare, 17-25 marzo 1990; Alatri, Galleria Aletrium, 1-8 aprile 1990; Cassino, Galleria comunale, 21-29 aprile 1990, Alatri, Tofani, 1990, SBN IT\ICCU\CFI\0126248.

Anche gli utenti hanno cercato:

vittorio miele, poeti jugoslavi. vittorio miele,

...

Dizionario

Traduzione
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →